Ultime notizie

10 Novembre 2020 – La Germania torna ad aiutare imprese e lavoratori autonomi: ecco nel dettaglio come funziona tutto (Fonte: Berlino Magazine)

La Germania torna ad aiutare le imprese e i lavoratori autonomi toccati dalle restrizioni entrate in atto il 28 ottobre 2020 e lo fa sottolineando un principio molto chiaro: l’aiuto è proporzionale a quanto dichiarato in passato. Oltre alle aziende che sono state costrette a chiudere temporaneamente l’aiuto è dedicato a tutte quelle società e lavoratori autonomi che possono dimostrare di generare l’80% del proprio fatturato grazie alle aziende direttamente toccate dalle restrizioni. 

Aiuti alle imprese

Le sovvenzioni per le imprese e i lavoratori autonomi equivalgono al 75% del fatturato settimanale medio del novembre dello scorso anno fino ad un massimo di 1 milione di €.  Il fatturato realizzato a novembre nonostante la chiusura (si pensi ai ristoratori che hanno chiuso il locale, ma continuano a fare consegne) non verrà preso in considerazione a meno che non superi il 25% del fatturato di novembre dello scorso anno. Se ad esempio un’attività chiusa a novembre, con vendite online tocca il 30% del fatturato di novembre 2019, allora il finanziamento effettivo a cui avrà diritto (gli aggiustamenti saranno fatti con conguaglio) sarà del 70% e non del 75%. Il massimo dovrà essere 100%, non è possibile un sovra-finanziamento oltre al fatturato dell’anno precedente. Nel caso dei ristoranti il calcolo del fatturato dell’anno passato si applica solo a quello oggetto ad aliquota IVA piena e cioè pasti consumati al ristorante.

Aiuti ai lavoratori autonomi

I lavoratori autonomi hanno gli stessi diritti delle imprese e potranno attingere allo stesso tipo di aiuto. Hanno due modalità per calcolare l’aiuto a cui hanno diritto. Il primo è lo stesso delle imprese, ovvero il 75% del fatturato di novembre 2019. L’altro è utilizzare il fatturato settimanale medio dell’anno 2019 e calcolare sulla base di questo la perdita media da rimborsare al 75%.

Come chiedere l’aiuto?

Le domande possono essere presentate tramite la piattaforma informatica nazionale dei sussidi: www.ueberbrueckungshilfe-unternehmen.de . Mentre le aziende devono presentare domanda attraverso un consulente fiscale/revisore/commercialista, i lavoratori autonomi possono presentare domanda senza l’obbligo di farsi assistere da un professionista.

2 Novembre 2020 – Mini lockdown Nuove limitazioni

Dal 2 novembre, in Germania entreranno in vigore nuove limitazioni che riguardano sia la sfera pubblica che quella privata. Non sarà facile per nessuno: ci dobbiamo impegnare per tutelare noi stessi, ma soprattutto le persone più anziane affette da patologie croniche. In questo momento, ci viene chiesto di limitare i contatti tra privati così da sconfiggere la pandemia.

  1. Al di fuori della propria abitazione, è possibile ritrovarsi solamente con i membri del proprio nucleo familiare e quelli di un solo altro nucleo familiare, fino ad un massino di 10 persone.
  2. È raccomandato di annullare viaggi e spostamenti privati.
  3. Asili, scuole, negozi di alimentari e saloni di parrucchieri rimarranno aperti.
  4. Ristoranti e bar (fatta eccezione per il cibo da asporto e a domicilio), teatri e cinema, locali e discoteche, associazioni sportive, piscine, studi di fitness e saloni di bellezza rimarranno chiusi.
  5. Negli hotel sono vietati i pernottamenti di natura turistica.
  6. Al fine di tutelare l’economia e i lavoratori/le lavoratrici, le aziende e gli enti colpiti dalla chiusura potranno richiedere nuovi contributi statali.

09 Novembre – Prorogato al 31 marzo 2021 l’accesso semplificato alle prestazioni sociali.

Il Governo Federale ha deliberato in questi giorni che l’accesso semplificato alle prestazioni sociali (ALG II) si protrarrà fino al 31 Marzo 2021.

Qui potete scaricare la domanda o presentarla online www.arbeitsagentur.de/m/corona-grundsicherung 

I lavoratori autonomi e i liberi professionisti devono compilare anche l’allegato KAS.

Il modulo compilato e firmato va spedito per email o per posta al vostro Job Center

02 GiugnoAggiornamenti del Governo Federale in lingua italiana

15 Maggio, NRW-Soforthilfe – Novitá: contributo indiretto da utilizzare per il proprio sostentamento.

Ai fini di aiutare i lavoratori autonomi e i liberi professionisti nell’attuale crisi causata dal Covid-19, il governo del Land Nordreno-Westfalia ha sviluppato, all’interno del piano per gli aiuti immediati, una soluzione che permette ai lavoratori autonomi di usufruire di un contributo indiretto di 2.000 euro, per marzo e aprile, da utilizzare per il proprio sostentamento.

Infatti, il pacchetto di aiuti immediati per le piccole imprese prevede che l’importo ricevuto venga utilizzato solamente per le spese di gestione “betriebliche Sach- und Finanzaufwendungen” e non per garantire il sostentamento personale dell’imprenditore. Con questo nuovo decreto il Land NRW permette quindi di utilizzare 2.000 € del contributo ricevuto per il mancato guadagno del lavoratore autonomo.

Ecco le norme in sintesi:

Il piano di aiuti per gli artisti Soforthilfeprogramm für freischaffende Künstlerinnen und Künstler:

7 Maggio, Proroga del periodo di concessione dell’indennizzo di disoccupazione per ulteriori tre mesi (ALG I)

A chi scade ALG I tra 1° Maggio e 31 Dicembre 2020 l’indennitá di disoccupazione si prolungherà automaticamente senza bisogno di presentare domanda. La vita economica in Germania si è in gran parte fermata a causa delle restrizioni per l’emergenza Covid-19. Molte imprese produttive hanno subito un calo di ordini e di vendite.

Ciò ha comportato anche conseguenze nel settore lavorativo. Attualmente non si creano e non si offrono quasi più nuovi posti di lavoro. Pertanto l’Agenzia Federale del Lavoro ha prorogato la durata dell’indennità di disoccupazione di ulteriori tre mesi per coloro il cui diritto scadrebbe tra il 1° maggio e il 31 dicembre 2020.

6 Maggio, Aiuti agli studenti

Anche gli studenti universitari sentono e subiscono gli effetti dell’attuale crisi causata dal Covid-19. Per questo il Governo ha elaborato un piano di aiuti immediati per loro. Molti studenti, infatti, fanno dei Minijob per guadagnarsi qualcosa che permetta loro di pagare l’affitto o fare la spesa, e, come tanta gente, molti di loro hanno perso questa piccola fonte di reddito. Alcune domande frequenti:

Posso richiedere il sussidio al Jobcenter?

Purtroppo, no. Gli studenti universitari sono esclusi da diversi sussidi sociali come, ad esempio l’Arbeitslosengeld II, in quanto gli studenti solitamente percepiscono il cosiddetto BAföG. È possibile richiedere l’ALG II soltanto in rari casi eccezionali.

Quali tipi di aiuti è possibile richiedere?

In questo particolare periodo di difficoltà economica per gli studenti ci sono le seguenti possibilità per ottenere un sostegno economico dallo Stato:

Come posso fare se ho difficoltà a pagare l’affitto?

Innanzitutto, è possibile parlare con il proprietario di casa che sicuramente, data la situazione, mostreranno comprensione e si cercherà di trovare una soluzione comune. Nel frattempo, si potrà provvedere alla richiesta del prestito che vi permetterà di ovviare alle spese ordinarie. https://www.bafoeg-rechner.de/Hintergrund/nothilfe-welche-nothilfe.php

4 Maggio, Info KURZARBEIT

Molti lavoratori dipendenti che si trovano in Kurzarbeit non hanno ancora ricevuto lo stipendio/cassa integrazione. Cosa fare?

Sia che l’attività lavorativa sia stata sospesa o ridotta lo stipendio viene sempre pagato dal datore di lavoro che dovrá anticipare la cassa integrazione.

Perché anticipare? perché dal giorno in cui il datore di lavoro consegna all’agenzia la richiesta con le ore effettivamente lavorate, operazione questa che dovrá fare ogni mese, l’agenzia ha bisogno dalle 6 alle 8 settimane prima di erogare la prestazione. Purtroppo durante questa emergenza alcune imprese per mancanza di liquiditá non sono in grado di anticipare gli stipendi.

Cosa fare in questo caso?

  1. Chiedere al datore di lavoro il rilascio di una certificazione con cui dichiara di non aver ricevuto ancora i soldi di cassa integrazione dall’agenzia del lavoro e che per mancanza di liquiditá non è in grado di pagare lo stipendio/kurzarbeit.
  2. Con questa certificazione presentare domanda di sussidio ALG II per ovviare nel frattempo alla mancanza di reddito.
  3. Se il datore di lavoro non rilascia la certificazione, vuol dire che qualcosa non va per il verso giusto. Quindi dovete scrivergli una lettera con cui gli chiedete il pagamento dello stipendio entro 2 settimane dopodiché si ricorrerá alle vie legali.
  4. Se dopo due settimane il datore di lavoro non paga, si consiglia di fare causa “Zahlungsklage” al Tribunale.
GET QUOTE

FILE A CLAIM